// ARM001 //

BASTARD UNDER THE STARS

// Bastard under the stars // attraversoleparole

 

Melancholy With Strings

Le ombre si allungano a dismisura quando il sole si tuffa dietro il perfido orizzonte. Le sento crescere intorno a me. Insinuano tentacoli di tristezza.

Sono solo davanti allo sconosciuto mare. La spuma cattura gli ultimi splendori di quella stella morente, che si finge benevola.

Attorno non vedo altro, se non anime dannate. Spettri pallidi affioranti dal buio liquido, che vagano disperate. Anche loro sole.

Un suono grave e solenne accompagna il susseguirsi delle onde. Non vedo più il mare, ma so che è lì, proprio di fronte a me. 

Innumerevoli demoni suonano incessantemente i loro violini d’osso, saltando non visti sulle creste di invisibili onde.

Ho lasciato vagare per troppo tempo la mia anima nel vuoto. Ho lasciato che si smarrisse nel turbine immoto della mia malinconia.

Ho lasciato che tu ti allontanassi da me, perché mai ti ho fatto penetrare la barriera che ho eretto a mia difesa.

Ora non rimane che un sogno, in cui rifugiarmi.


The Sound Of My Brain (When I Sleep)

Questo è il passo immobile di un sonnambulo che si perde al di là della coscienza. I suoni si perdono in eco di ricordi.

Le immagini affiorano dall’abisso della memoria. Come naufraghi. Tendono le mani verso l’indifferente cielo, invocando un aiuto che non arriverà mai.

Intorno ad un corpo che non mi appartiene più vago affrontando il mio nemico. Sono un guerriero senza spada, senza armatura. Combatto senza coraggio.

I fiori del male occhieggiano nel prato scuro della notte. Mentre cammino in mezzo a loro percorrendo un sentiero non tracciato, che mi guida verso la meta sconosciuta.

Attraverso il caleidoscopio di silenzi colorati.


On A Beach

Approdo al termine della notte. Sabbia bianca sovrastata da raggi d’oro pudico all’orizzonte. Grandioso spettacolo inaspettato dopo il travagliato buio.

Tra le dita scorre la sabbia bianca di questo mare, che respira caldo e dolce, come una madre.

Mi alzo. Con passo lento compio i primi passi della mia nuova vita.

Mi immergo in questo mare antico. Gioisco nel suo abbraccio.

I demoni mi hanno abbandonato. Voglio solo stare qui. Nel mare sotto le stelle che svaniscono.

Non ho più il ricordo di te.

Sono libero.

 

Autore: AGO // racconti brevi